Parco Letterario “Grazia Deledda”

Parco Letterario “Grazia Deledda”

Sono trascorsi più di cento anni da quando Grazia Deledda (187-1936), con i suoi romanzi, ha iniziato a far conoscere al mondo l’isola affascinante e misteriosa che era la Sardegna del suo tempo. Oggi, il Parco Letterario a Lei dedicato vuole essere un’occasione per ripercorrere le tappe di quel viaggio insieme letterario e umano, invitando a riscoprire antiche atmosfere e i caratteri forti e originali di una terra e di una cultura che l’autrice di Canne al vento, premio Nobel per il 1926, seppe esprimere con tanta profondità. Il Parco disegna tra i paesaggi della Barbagia, della Baronia e della Nurcara un percorso che unisce le coste dell’isola da oriente a occidente.: la Nuoro natia, con la vista del video porno monte Ortobene, la Galte (Galtellì) di Canne al Vento, Oronou (Orune) di Colombi e sparvieri, la Tibi (Bitti) del Santuario del Miracolosi si presentano tra gli altipiani della Barbagia e le piane della Baronia. Nel Nurcara, tra scenari naturalistici preziosi, la possibilità di rivivere i grandi temi della ricerca deleddiana: i pellegrinaggi nei santuari campestri, la Sardegna arcaica, le mille tradizioni locali. Le iniziative del Parco uniranno percorsi tematici d’ispirazione letteraria a immersioni nei sapori e nei saperi antichi dell’isola.

I luoghi del Parco:

Sardegna, provincia di Nuoro (comuni di Nuoro, Galtellì, Bitti, Orosei, Orune) e provincia di Sassari (comuni di Ittiri, Mara, Romana, Villanova Monteleone, Monteleone Roccadoria). Porte del Parco a Nuoro, Galtellì, Monteleone Roccadoria.

La gestione, i referenti:

Comune di Nuoro, via Dante, 44, 08100 Nuoro. Porte del Parco: Nuoro, via G. Deledda 53, tel. 0784257025; Galtellì, via Sassari 12, tel. 078490150; Monteleone Roccadoria, via Doria, tel. 079925213.